Gioielli rubati durante la rapina, titolare di un "Compro Oro" a processo

Il commerciante accusato di riciclaggio. Nel corso del raid portati via 10 chili di preziosi

Il processo al titolare di un negozio "Compro Oro"

Il titolare di un Compro Oro è sotto processo per aver acquistano monili risultati oggetto di una rapina ai danni di "Umili Gioielli" di Santa Maria Capua Vetere.

Stamattina presso il tribunale di Napoli Nord si è celebrato il processo a carico di Pasquale G., accusato di riciclaggio ed autoriciclaggio. Secondo l'accusa avrebbe comprato oro e gioielli risultati oggetto di una rapina avvenuta nel maggio 2014. In quell'occasione un gruppo di banditi di Aversa (già condannati) aveva depredato l'attività commerciale sammaritana facendo irruzione nel negozio con le pistole. Vennero rubati 10 chili di oro lavorato, per un valore complessivo di 250mila euro. 

Un bottino enorme. Per questo la titolare, in sede di querela, aveva sporto denuncia anche per ricettazione contro ignoti. E le ricerche hanno portato al Compro Oro di Giugliano in Campania per il quale è in corso il processo che riprenderà a metà ottobre.

La titolare di Umili Gioielli si è costituita parte civile nel processo con gli avvocati Andrea Balletta, Luciano Fabozzi e Matrona Salzillo. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento