Blitz al cimitero, la cappella dei francescani allacciata abusivamente alla rete elettrica

Multati alcuni operai, il sindaco: "C'è un mercato dei loculi"

Lavori svolti in spregio di ogni regola e allacci abusivi della corrente a carico del Comune. È quanto denunciato dal sindaco di Marcianise Antonello Velardi: alcuni operai sono stati multati sabato mattina perché beccati ad effettuare lavori vietati nel fine settimana, ma il primo cittadino ha annunciato anche provvedimenti e contestazioni alla ditta che ha vinto l'appalto per i servizi cimiteriali.

Secondo Velardi vi sono più inadempienze relative ai lavori di manutenzione “mai effettuati nonostante gli obblighi contrattuali”. Il sindaco ha inoltre annunciato l’avvio di “accertamenti sulla recondazione degli incassi per la lampada votiva: avviene tutto alla carlona, senza possibilità di controllo da parte del Comune cui spetta una percentuale sull'importo dovuto”.

Nel blitz effettuato sabato mattina è stato scoperto inoltre l’utilizzo improprio da parte di privati dell'energia elettrica a carico del Comune. È stato trovato infatti di un filo volante che alimentava l'energia elettrica (captata dalla linea pubblica) di una cappella gestita da una congrega dell’ordine francescano secolare. Dopo alcune verifiche tecniche la polizia municipale ha inoltrato un'informativa di reato alla procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, ma nel frattempo l'ufficio tecnico comunale ha provveduto a tagliare il collegamento. Velardi poi precisa come i monaci non siano coinvolti nella vicenda: la cappella è infatti gestita da laici, laterali e autonomi dai religiosi.

Il sindaco denuncia poi quello che potrebbe essere un mercato ‘in nero’ dei loculi: “Il mio timore è che nel cimitero ci sono molti altri fili volanti, cioè c'è altra gente che ruba la corrente pagata da tutti noi. Avvieremo accertamenti dettagliati in questi giorni. E cominceremo a fare le pulci alle congreghe che gestiscono diverse cappelle nel cimitero. Mi dicono che c'è un mercato dei loculi, ormai da anni. Il solito andazzo grazie al quale vince il più furbo. Ovviamente l'andazzo è finito, non faremo sconti a nessuno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento