Sparatoria dopo il colpo, fuga sull'Appia

I banditi, che stavano svaligiando una casa, hanno esploso diversi colpi per scappare dai carabinieri

La banda è riuscita a fuggire sulla Nazionale Appia

Nottata di terrore quella appena trascorsa a Casapulla, dove una banda di malviventi ha esploso diversi colpi di arma da fuoco per favorire la loro fuga dopo un tentativo di furto in casa. I fatti sono avvenuti poco prima delle 23 di giovedì in via Rimembranza, a poche decine di metri dal Comune: qui infatti almeno 6 uomini hanno tentato il colpo all’interno dell’abitazione di un noto imprenditore del posto, che al momento del raid non era in casa.

Qualcosa però è andato storto, l’auto utilizzata dai malviventi è stata infatti notata da un carabiniere fuori servizio che ha subito allertato i colleghi della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere. Rapidamente i militari sono giunti sul posto, dove i ladri stavano ancora cercando di mettere a segno il furto.

Messa alle strette la banda si è data alla fuga e, per facilitarsi il compito, alcuni dei malviventi hanno sparato colpi di arma da fuoco riuscendo a seminare i carabinieri sulla  vicina Nazionale Appia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

Torna su
CasertaNews è in caricamento