Schianto mortale in auto, fissati i funerali di Pasquale

C'è il lutto cittadino. L'amico ancora ricoverato in ospedale

Pasquale Cozzolino

Si terranno mercoledì mattina (8 agosto) alle 10.30 i funerali di Pasquale Cozzolino, il 20enne che ha perso la vita lo scorso 4 agosto in un maledetto incidente in Corso D'Amato ad Arzano. Le esequie funebri si svolgeranno presso la Parrocchia di San Massimo Vescovo. L'amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Villano ha proclamato il lutto cittadino ordinando l'esposizione a mezz'asta per l'intera giornata delle bandiere esterne agli edifici pubblici. Gli esercizi commerciali e le imprese dovranno sospendere le attività durante il corso della cerimonia funebre. Solamente nella giornata di oggi è stata effettuata l’autopsia all’istituto di medicina legale del Secondo Policlinico di Napoli.

Con Pasquale Cozzolino c’era anche Fiorenzo Della Volpe, seduto al lato passeggero, che dopo lo scontro è stato trasportato d’urgenza dal 118 all’Ospedale Cardarelli, dove resta ricoverato in prognosi riservata, anche se i medici non hanno ancora sciolto la prognosi. Resta da capire per quale motivo il 21enne abbia perso il controllo della Smart che in un primo momento è finita contromano sull’altra corsia per poi impattare contro un tronco di un albero, rimbalzare al contrario e finire contro alcuni paletti lungo la carreggiata. Ora si cercano nel tratto dove è avvenuto l’incidente telecamere che possano aver registrato le fasi finali dell’incidente in modo da escludere le eventuali responsabilità di una seconda macchina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Auto si schianta contro i Ponti della Valle, morto 48enne | FOTO

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Vento forte, pericolo nel casertano: c’è l’allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento