Quattro positivi in un giorno a Falciano: "Sono tutti colleghi". Via ai test a tappeto

Il sindaco: "Alcuni hanno sintomi lievi, ma nessuno è grave"

La maggior parte dei nuovi casi di positività che si sono verificati dopo lo screening a tappeto in corso a Mondragone riguardano Falciano del Massico. Il sindaco Erasmo Fava ha confermato, nel corso di una diretta, che sono ben quattro i suoi concittadini ai quali è stato riscontrato il contagio da coronavirus. Sono tutti dipendenti della stessa azienda dove il Covid-19 è stato scoperto dopo che un ragazzo di Mondragone si è sottoposto volontariamente al test nei prezzi dei Palazzi Cirio. Dalla sua positività si è scoperto il nuovo focolaio. Sono ben 23 i casi riscontrati dai tamponi effettuati dall’Asl Caserta al di fuori della ‘zona rossa’ della comunità bulgara. Altri casi sono stati ufficializzati a Sessa Aurunca, Carinola e Recale.

“Non dobbiamo allarmarci - ha affermato il sindaco Fava - abbiamo attivato tutti i protocolli di sicurezza con l’isolamento dei soggetti positivi e coloro che hanno avuto contatti coi pazienti. I casi positivi riguardano colleghi che lavorano nella stessa azienda e questo ha permesso il dilagare del virus. Per fortuna alcuni sono asintomatici, altri presentano lievi sintomi, ma non ci sono casi gravi. Questo ci fa ben sperare per il futuro, ma non possiamo abbassare la guardia. Nei giorni scorsi tutti noi ci siamo un po’ lasciati andare, spesso non abbiamo rispettato le regole fondamentali del distanziamento”. Da questa mattina in piazza Capuano saranno effettuati tamponi a tutti i cittadini di Falciano del Massico per effettuare un ulteriore screening.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento