I filmati della morte di Massimo tornano in aula

I giudici hanno conferito l'incarico al tecnico per "schiarire" le immagini

Krebs e Neiviller

I video dell'agguato tornano in aula. E' quanto hanno deciso i giudici della Corte d'Assise del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, presieduta dal giudice Napoletano, nel corso dell'udienza di oggi del processo a carico dell'operaio tedesco Andreas Krebs accusato dell'omicidio di Massimo Neiviller, l'imprenditore di Santa Maria Capua Vetere titolare di un distributore di benzina sulla Domitiana a Cellole, ucciso nel corso di una rapina nel dicembre del 2016.

I giudici, dopo aver rigettato le istanze del difensore dell'imputato, l'avvocato Di Rubbo, sulla testimonianza bis da parte di alcuni medici del Cardarelli, dove Massimo venne ricoverato in seguito alle coltellate ricevute, hanno conferito incarico ad un perito per provare a schiarire le immagini della videosorveglianza. I frame, già mostrati in aula nel corso delle precedenti udienze, non sono abbastanza nitidi ed una migliore risoluzione potrebbe essere d'aiuto per ricostruire quei drammatici momenti. Il processo è stato, dunque, rinviato all'inizio di marzo.

Neiviller, i cui familiari si sono costituiti parte civile con l'avvocato Enrico Iascone Maglieri, venne aggredito ed accoltellato da Krebs nel piazzale del suo distributore di benzina. Tre furono i colpi inferti di cui uno, quello appunto al cuore, rivelatosi fatale.  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Raid vandalico al comitato elettorale del candidato della Lega

  • Attualità

    Invasione di turisti alla Reggia, lunghe code per il 25 aprile | FOTO

  • Cronaca

    L'ex sindaco torna libero prima delle elezioni

  • Cronaca

    Rifiuti in strada: incivili incastrati dalle telecamere "trappola"

I più letti della settimana

  • Poker online e scommesse illegali: 80mila euro nella cassa del clan

  • Sparatoria dopo il colpo, fuga sull'Appia

  • La tragedia di Pasquetta: è morto il medico Zinzaro

  • Imprenditore dei Casalesi al servizio dei Piccolo, Buttone: "Volevo ucciderlo"

  • Truffatrice incastrata nell'ufficio postale finisce alla sbarra

  • Ha ospitato il boss latitante per un debito nella "bisca dei vip"

Torna su
CasertaNews è in caricamento