Estorsione ad un architetto, condannato il braccio destro di Iovine

In Appello arriva lo sconto di pena per Cerullo

Antonio Iovine, boss dei Casalesi oggi pentito

Pena ridotta a soli 5 anni di reclusione per Antonio Cerullo, braccio destro del boss Antonio Iovine, attualmente collaboratore di giustizia di San Cipriano d'Aversa. A stabilirlo è stata la sesta sezione della Corte d' Appello di Napoli a seguito del ricorso presentato dall' avvocato di fiducia Ferdinando Letizia.

Giá condannato con rito abbreviato a 5 anni e 4 mesi di reclusione per estorsione aggravata dall'essere perpetrata con metodo mafioso ai danni di vari imprenditori a Viareggio nel 2010. Dopo la detenzione (è stato arrestato nel 2012) però Cerullo non smette il suo proposito criminale e nell'aprile del 2016 venne nuovamente arrestato per estorsione in concorso ai danni di un architeto effettuata nel novembre del 2010. Per questi fatti in continuazione con la prima sentenza di condanna dal Tribunale di Napoli è condannato ad ulteriori 6 anni e 10 mesi. A seguito del ricorso in Appello l'attuale pena detentiva è ridotta a 5 anni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Minacce shock ad una candidata. Ora partono le denunce

  • Video

    Abbattimento allo stadio, traffico in tilt anche per un errore nell'ordinanza | VIDEO

  • Cronaca

    Tradito da 2 amici li fa indagare: gli stavano togliendo tutti i beni

  • Cronaca

    Imprenditore ucciso: subito i testimoni oculari in aula

I più letti della settimana

  • Chef della Movida casertana picchiata con pugni e mazze

  • A Pineta Grande una tecnica all'avanguardia per la colonscopia

  • Omicidio in clinica: soffocato con l'ovatta mentre dorme

  • Assalto armato alle Poste in pieno giorno

  • Falsi incidenti, la Procura chiede il processo per 67 indagati

  • Colpo da 100mila euro alle Poste, dipendente colto da malore

Torna su
CasertaNews è in caricamento