Estorsione alla compagna disabile, condannato 52enne

Minacciava di picchiarla per farsi ricaricare la postepay: ricariche per 6mila euro

La vittima minacciata e picchiata se non pagava

Disabile costretta sin dall'inizio della sua relazione con un uomo a versare somme di denaro al compagno per evitare di essere picchiata. Arriva la sentenza definitiva per Mario I., 52 anni di Mondragone, accusato di estorsione.

La Corte di Cassazione ha confermato in toto la sentenza pronunciata prima dal tribunale di Livorno e poi vidimata dalla Corte d'Appello di Firenze. I giudici hanno confermato l'attendibilità della donna, di Livorno, che ha riferito "di essere stata costretta, sin dall'inizio della relazione e per tutta la sua durata (sia durante la convivenza in Toscana sia nella successiva fase svoltasi a Mondragone), a versare somme di danaro per evitare di essere picchiata".

Circostanze che hanno trovato riscontro quando la vittima delle vessazioni, affetta da un lieve ritardo mentale, fece ascoltare alle impiegate di un ufficio postale una telefonata in cui il 52enne aveva intimato alla donna di ricaricargli la carta postepay. Complessivamente nel corso del tempo Mario I. si sarebbe fatto ricaricare dalla vittima somme per un ammontare di circa 6mila euro.

I giudici, inoltre, hanno rigettato anche la richiesta della riqualificazione del reato in "circonvenzione di incapace" confermando l'accusa di estorsione.

Pertanto, il ricorso in Cassazione è stato dichiarato inammissibile con la condanna per il 52enne del pagamento di 2mila euro in favore della Cassa delle Ammende.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento