Estorsione, chieste 4 condanne in Appello

Il procuratore generale ha invocato la conferma della sentenza di primo grado: oltre 16 anni di carcere complessivi

Le richieste del procuratore generale in Appello

Quattro condanne in Appello. Sono quelle invocate dalla procura generale nei confronti di altrettanti imputati accusati, a vario titolo, di estorsione. 

Secondo quanto riferisce Cronache di Caserta il pg ha chiesto la conferma della sentenza di primo grado pronunciata dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere che aveva inflitto 5 anni e 4 mesi di reclusione per Antonio Miraglia; 8 anni e 5 mesi, in continuazione con altre condanne, per Vincenzo Palumbo; 1 anno e mezzo per Alessandro Sbordone, 1 anno per Giovanni Cascarino (ora pentito). Il processo riprenderà a marzo con le arringhe dei difensori. 

Secondo l'accusa il gruppo di Mondragone avrebbe commesso estorsioni ai danni di un assicuratore e di un imprenditore operante nel settore dell'abbigliamento. Nel collegio difensivo gli avvocati Dezio Ferraro, Gaetano Laiso e Luigi Mordacchini. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

  • Il coronavirus infrange il sogno di 2 casertani: salta il matrimonio

Torna su
CasertaNews è in caricamento