Pizzo per il clan, Fabozzo finisce dietro le sbarre

Deve scontare 5 anni e 9 mesi di reclusione per estorsione

L'arresto operato dai carabinieri

Deve espiare 5 anni e 9 mesi per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Per questo motivo i carabinieri della stazione di San Cipriano d’Aversa hanno dato esecuzione all’ordine per la carcerazione, emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, a carico di Alfonso Fabozzo, 48 anni di San Cipriano d'Aversa, già sottoposto al regime di detenzione domiciliare presso la propria abitazione. L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fabozzo fu coinvolto in un'inchiesta sulle estorsioni commesse dal clan Di Cicco, confluito nella fazione Bidognetti del clan dei Casalesi, che portò a 12 arresti per il pizzo ai danni di imprenditori e negozianti della zona di Lusciano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sfondata la quota dei mille casi in Campania

  • Coronavirus, 20 casi nuovi. In Campania 956 contagiati

  • Bambino casertano di 3 anni trovato morto vicino al fiume

  • Coronavirus, donna contagiata a Santa Maria Capua Vetere

  • Pasqua in quarantena per il coronavirus. De Luca proroga l'isolamento

  • Muore 32enne in ospedale, effettuato il tampone

Torna su
CasertaNews è in caricamento