Pizzo per il clan, Fabozzo finisce dietro le sbarre

Deve scontare 5 anni e 9 mesi di reclusione per estorsione

L'arresto operato dai carabinieri

Deve espiare 5 anni e 9 mesi per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Per questo motivo i carabinieri della stazione di San Cipriano d’Aversa hanno dato esecuzione all’ordine per la carcerazione, emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, a carico di Alfonso Fabozzo, 48 anni di San Cipriano d'Aversa, già sottoposto al regime di detenzione domiciliare presso la propria abitazione. L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Fabozzo fu coinvolto in un'inchiesta sulle estorsioni commesse dal clan Di Cicco, confluito nella fazione Bidognetti del clan dei Casalesi, che portò a 12 arresti per il pizzo ai danni di imprenditori e negozianti della zona di Lusciano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Schianto tra auto e camion sulla statale: ferita 27enne | FOTO

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Ragazza investita dal treno merci mentre è sui binari

Torna su
CasertaNews è in caricamento