Uccide la moglie, ergastolo per il marito-killer

Stefania aveva solo 28 anni quando fu ammazzata

Carmine D'Aponte e Stefania Formicola

Ergastolo confermato. Dovrà dunque scontare il carcere a vita Carmine D’Aponte, l'uomo di Lusciano che il 19 ottobre 2016 sparò ed uccise la moglie Stefania Formicola, 28 anni di San Marcellino. L’omicidio avvenne a Sant’Antimo. In aula, l'imputato è rimasto impassibile, non mostrando nessun segno di pentimento o commozione. La coppia, che viveva a San Marcellino, viveva da tempo una situazione tormentata a causa di continui litigi e per questo la donna aveva deciso di separarsi dal marito. Il 19 ottobre 2016 D’Aponte fece salire in auto la moglie chiedendole un ultimo incontro mentre Stefania si stava recando al lavoro, a Sant’Animo. Al culmine dell’ennesimo litigio l’uomo uccise la donna con un colpo di pistola.

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Menopausa: ecco i consigli per viverla con serenità

I più letti della settimana

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • TERREMOTO Trema la terra nel casertano

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento