Uccide la moglie, ergastolo per il marito-killer

Stefania aveva solo 28 anni quando fu ammazzata

Carmine D'Aponte e Stefania Formicola

Ergastolo confermato. Dovrà dunque scontare il carcere a vita Carmine D’Aponte, l'uomo di Lusciano che il 19 ottobre 2016 sparò ed uccise la moglie Stefania Formicola, 28 anni di San Marcellino. L’omicidio avvenne a Sant’Antimo. In aula, l'imputato è rimasto impassibile, non mostrando nessun segno di pentimento o commozione. La coppia, che viveva a San Marcellino, viveva da tempo una situazione tormentata a causa di continui litigi e per questo la donna aveva deciso di separarsi dal marito. Il 19 ottobre 2016 D’Aponte fece salire in auto la moglie chiedendole un ultimo incontro mentre Stefania si stava recando al lavoro, a Sant’Animo. Al culmine dell’ennesimo litigio l’uomo uccise la donna con un colpo di pistola.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Scenata di gelosia al ristorante, torna libero il nipote del boss

  • Cronaca

    Omicidio Zeppetella: Zagaria comparirà in aula

  • Cronaca

    Incendio nella braceria vicino all'ospedale

  • Attualità

    Fiori sulla tomba dell'ufficiale nazista, l'avvocato: "Siamo alla follia"

I più letti della settimana

  • Sparatoria dopo il colpo, fuga sull'Appia

  • La tragedia di Pasquetta: è morto il medico Zinzaro

  • Poker online e scommesse illegali: 80mila euro nella cassa del clan

  • Vola dal balcone, muore sul colpo

  • Imprenditore dei Casalesi al servizio dei Piccolo, Buttone: "Volevo ucciderlo"

  • Ha ospitato il boss latitante per un debito nella "bisca dei vip"

Torna su
CasertaNews è in caricamento