Uccide la moglie, ergastolo per il marito-killer

Stefania aveva solo 28 anni quando fu ammazzata

Carmine D'Aponte e Stefania Formicola

Ergastolo confermato. Dovrà dunque scontare il carcere a vita Carmine D’Aponte, l'uomo di Lusciano che il 19 ottobre 2016 sparò ed uccise la moglie Stefania Formicola, 28 anni di San Marcellino. L’omicidio avvenne a Sant’Antimo. In aula, l'imputato è rimasto impassibile, non mostrando nessun segno di pentimento o commozione. La coppia, che viveva a San Marcellino, viveva da tempo una situazione tormentata a causa di continui litigi e per questo la donna aveva deciso di separarsi dal marito. Il 19 ottobre 2016 D’Aponte fece salire in auto la moglie chiedendole un ultimo incontro mentre Stefania si stava recando al lavoro, a Sant’Animo. Al culmine dell’ennesimo litigio l’uomo uccise la donna con un colpo di pistola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento