Droga e traffico di organi: i riflettori dell'Fbi puntati sul casertano

Diana: "Cellula nera va sgominata", Forza Nuova: "Situazione non ci stupisce" e Brancaccio attacca Salvini

Gli ispettori dell'Fbi indagano sulla tratta di esseri umani

Droga, prostituzione e traffico di organi. Sono questi gli effetti della tratta di esseri umani che vede come suo epicentro Castel Volturno e sulla quale sta indagando, oltre alla polizia, anche l'Fbi americana.

Secondo un'inchiesta, resa nota da Il Messaggero, infatti, i soldi del narcotraffico della mafia nigeriana operante negli Stati Uniti sarebbero reinvestiti per finanziare la tratta di esseri umani con punto di approdo nel casertano tra donne costrette a prostituirsi sulla Domitiana, circostanza già emersa in diverse inchieste, ed addirittura il traffico di organi sul quale gli inquirenti stanno cercando di fare luce.

E proprio l'indagine della polizia federale americana ha provocato una levata di scudi sulla situazione di degrado del litorale domitio. "Per anni abbiamo dato incondizionatamente, garantendo un tetto a chi è fuggito dalla guerra, a chi, costretto dalle situazioni, è andato via dall’Africa. Oggi stiamo continuando a dare senza sosta e la cosa paradossale è che siamo giunti al punto di garantire più diritti ai cittadini extracomunitari che a noi castellani – afferma preoccupato il futuro candidato sindaco Cesare Diana -. Il tutto grazie al polso mancato dell’amato sindaco PD, Dimitri Russo, che, intento ad attuare le linea guida generali definite dal partito sul territorio, non ha usato polso cercando di porre almeno un limite all’afflusso sempre più costante di stranieri. Basta camminare a Pescopagano per capire che la presenza di extracomunitari è un problema da contrastare con prese di posizione formali. Chi arriva nel nostro paese, deve avere un periodo di tempo ben definito per restare, dopodichè, qualora non abbiano un’occupazione ben precisa, devono intervenire gli organi governativi. La cellula nera va sgominata. Stiamo parlando di un sistema che supera, di gran lunga, il periodo di dominio casalese. Stiamo dando i numeri, ma Russo si limita ad accusare gli altri, a non intervenire, ad aspettare la fine di questo periodo d’oro da doppio stipendiato. All’orizzonte c’è un’estate che – conclude -, spero, cambierà la storia".

Sulla vicenda è intervenuta anche Forza Nuova Caserta che in una nota ribadisce "tutto questo non ci stupisce affatto, essendo impegnati da anni sulla zona in questione e avendo più volte denunciato il grave stato di abbandono in cui vertono Castel Volturno e tutto il litorale Domitio. Abbiamo affrontato e ci siamo misurati in prima persona con tutto quello che da decenni succede lì. Un litorale degradato, dove lo stato non esiste più, una terra ormai al di fuori della nostra Nazione. E’ ancora viva nella nostra memoria il ritrovamento di un ordigno artigianale in quel 28 febbraio 2017, piazzato la sera prima mentre aveva luogo un nostro comizio in favore delle famiglie dimenticate dalle istituzioni locali e contro l’abbandono di Castel Volturno. Ancora oggi aspettiamo una risposta convincente sui fatti del 27 Febbraio sera. Magari adesso, vista la “yankeefilia” che regna in Italia, le nostre denunce e le nostre azioni non saranno più ignorate e si deciderà una volta per tutte di affrontare la situazione. E' evidente che non si può più rimandare, il problema va affrontato una volta per tutte. Per l’ennesima volta chiediamo l’invio dell’esercito nelle zone n questione, che si usi il pugno duro contro ogni forma di criminalità esistente sul territorio. Ministro Salvini, la pacchia non era finita? Ha l’occasione di restituire all’Italia una terra che ormai non ci appartiene più. Faccia delle leggi speciali se serva, ma non ha più il lusso di tergiversare. Chi avrà oggi il coraggio di ignorarci? Chi si prenderà la responsabilità di non far niente per l’ennesima volta?".

Sugli scudi anche il segretario provinciale del Psi Francesco Brancaccio che invita, alla luce della nuova inchiesta, il ministro Salvini a "contrastare seriamente le mafie internazionali".

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Cattivi odori dal bidone della spazzatura? Ecco come pulirlo e igienizzarlo

I più letti della settimana

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

Torna su
CasertaNews è in caricamento