Droga e armi, coppia in arresto: gestivano un piccolo supermarket di stupefacenti

Cervino - I Carabinieri del Comando Stazione di Maddaloni e del Nucleo Operativo del Comando Compagnia, nella tarda serata di ieri, in Cervino (Caserta), nell’ambito di servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di...

marijuana carabinieri

I Carabinieri del Comando Stazione di Maddaloni e del Nucleo Operativo del Comando Compagnia, nella tarda serata di ieri, in Cervino (Caserta), nell’ambito di servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno tratto in arresto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, detenzione di arma alterata e detenzione abusiva di armi, Lombardi Domenico, cl. 90, e Petriccione Angela, cl. 89, conviventi. I due, lui disoccupato e lei casalinga, durante una perquisizione domiciliare, eseguita presso la propria abitazione ubicata nel territorio del Comune di Cervino, nel maddalonese, sono stati trovati in possesso di n. 2 panetti di sostanza stupefacente del tipo hashish del peso complessivo di gr. 300; di gr. 120 di marijuana, suddivisa in n. 10 bustine in plastica; di gr. 20 di cocaina, confezionata in n. 10 dosi; di 10 rami di piante di marijuana in via di essicazione, occultate nel sottotetto; di gr. 50 di sostanza in polvere bianca utilizzata per il taglio dello stupefacente, nonché materiale vario per il confezionamento consistente in 40 involucri in carta stagnola, n. 2 bilancini di precisione e 3 coltelli. Nel corso della perquisizione i militari dell’Arma hanno rinvenuto e sequestrato anche una doppietta marca Bignotti, cal. 12, avente le canne modificate, denunciata asportata nell’anno 2014 presso il Comando Stazione Carabinieri di Telese Terme (Benevento), nonché 20 cartucce da caccia cal. 12; due balestre ed una pistola lanciarazzi cal. 22, marca Express mod. Foce. Rinvenuta e sequestrata anche la somma contante di € 1.985,00, ritenuta provento di illecita attività. Per il Lombardi si sono aperte le porte del carcere di Santa Maria Capua Vetere. Per la Petriccione l’Autorità Giudiziaria ha, invece, disposto gli arresti domiciliari.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento