Droga in carcere nelle scarpe, chieste 2 condanne

Altre due donne patteggiano una pena a 2 anni

Due richieste di condanna e due patteggiamenti. E’ l’esito dell’udienza preliminare svoltasi stamattina in tribunale a Napoli per l’indagine sulla droga portata nel carcere di Poggioreale. Il giudice per le udienze preliminari ha ratificato i patteggiamenti di Anna Improta ed Anna De Luca, entrambe napoletane a due anni di carcere con pena sospesa. Il pubblico ministero ha poi chiesto 2 anni e 4 mesi di carcere per Vincenzo Mocerino, 32 anni di San Nicola la Strada, e per Domenico Farina, 28 anni, originario di Caserta ma residente a Casalnuovo.

Secondo la Procura, Mocerino, mentre era detenuto in carcere a Poggioreale, aveva chiesto a Domenico Farina di portargli della droga da occultare all’intero di un paio di scarpe Hogan per il tremate delle loro molti, Anna Importa e Anna De Luca. Lo scambio avvenne durante un colloquio, quando Farina e Mocerino si scambiarono le scarpe sotto il tavolo. Il fatto però fu notato da alcuni agenti che subito trovarono l’hashish nascosto all’interno. Nel collegio difensivo ci sono gli avvocati Vincenzo Iorio e Antonella Regine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giorno del contagio in Campania: 24enne di Caserta positiva al test

  • Coronavirus, De Luca chiude le scuole in tutta la Campania

  • Coronavirus, scuole chiuse a Caserta. La 24enne 'positiva' trasferita al Cotugno

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, test positivo confermato dalle controanalisi. La 24enne ha incontrato 8 persone

Torna su
CasertaNews è in caricamento