Documenti falsi per aprire un conto, arrestati nell'ufficio postale

In manette un uomo ed una donna: le loro fotografie sulle carte d'identità di altri

Le poste a Recale

Hanno tentato di aprire un conto corrente postale ma i documenti in loro possesso erano fasulli. Per questo motivo una 53enne di Acerra ed un 51enne di Capodrise sono stati arrestati dai carabinieri.

I due sono stati ammanettati all'interno dell'ufficio postale di Recale dove si erano recati per aprire il conto. Ma i documenti presentati erano palesemente contraffatti al punto che sono stati gli stessi dipendenti delle poste di piazza Aldo Moro ad allertare i militari. Giunti sul posto i carabinieri della stazione di Macerata Campania hanno accertato lo stratagemma. I due avrebbero apposto sui documenti di altre persone le loro fotografie. 

Pertanto sono stati ristretti agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicati con rito direttissimo, che si celebrerà lunedì mattina. L'uomo, che ha violato anche l'obbligo di dimora nel comune di Capodrise, ha nominato l'avvocato Vincenzo Russo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

  • Latte dei Casalesi, i nipoti di Zagaria "gente di serie A, non munnezzaglia"

Torna su
CasertaNews è in caricamento