Distrutti bagni e giostrine nel parco dei bambini

Vandali devastano un'altalena per disabili, portati via i sanitari

Parco Rodari Santr'Arpino

Una struttura chiusa dallo scorso 23 novembre ma facilmente ‘fruibile’ per alcuni vandali che continuano a devastarla. E’ la storia della villa comunale (o parco) ‘Gianni Rodari’ di via della Libertà a Sant’Arpino.

L’area è chiusa da fine novembre perché l’Ente non riesce a garantire la manutenzione e la sicurezza ma questo non ha fermato i vandali (o malviventi) che anche nelle ultime ore del 2018 hanno preso di mira questa struttura distruggendo i bagni (asportati i sanitari), la recinzione di una altalena ma anche un’altalena per i bambini diversamente abili.

Un raid vero e proprio anche contro il gazebo ubicato all’interno dell’area verde. A lanciare l’allarme alcuni residenti che hanno avvisato la polizia municipale. Il sindaco Giuseppe Dell’Aversana invece ha riferito l’accaduto ai carabinieri chiedendo “maggiori controlli”. Dal Comune fanno inoltre sapere che “si sta lavorando per ripristinare almeno i bagni del parco Rodari per consentire lo svolgimento della fiera settimanale”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento