Giallo in Comune: Spasiano ha timbrato il giorno dell'arresto. Atti in Procura

Il dirigente sospeso. Avviata una nuova verifica su chi ha passato il badge al suo posto

Il dirigente del Comune di Marcianise Gennaro Spasiano

Sospensione ed avvio di un procedimento disciplinare. Sono questi i provvedimenti adottati dal Comune di Marcianise nei confronti del dirigente Gennaro Spasiano, finito agli arresti domiciliari venerdì scorso nell'ambito dell'inchiesta bis sull'Inteporto di Marcianise, che ha coinvolto anche l'imprenditore Giuseppe Barletta.

Il segretario comunale Onofrio Tartaglione ha provveduto a sospendere il dirigente in quanto, non potendosi allontanare dalla propria abitazione, non può recarsi a lavoro, ed ha provveduto anche ad inviare gli atti all'Ufficio Provvedimenti Disciplinari per valutare le sanzioni da adottare.

Anche perché è emerso che Spasiano, il giorno dell'arresto, avrebbe timbrato il cartellino a lavoro: fatto, questo, reso impossibile proprio dal fatto che, all'alba di venerdì, gli è stata notificata l'ordinanza cautelare ai domiciliari e non si sarebbe potuto recare a lavoro.

Ed invece, dai tabulati delle presenze, emerge che alle 8.03 qualcun altro abbia passato il badge al posto del dirigente del Comune. Gli atti sono stati inviati anche alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ed alla Corte dei Conti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

  • “Io nel clan a 13 anni. In carcere ho incontrato un indagato per l'omicidio dei miei genitori”

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

  • Le star di Hollywood arrivano sul vialone: riprese a "Le Venery"

Torna su
CasertaNews è in caricamento