Blitz della polizia sui treni, nei guai un uomo ed una donna

Raffica di controlli nel week end: ci sono anche arresti

Per garantire un livello costantemente elevato di sicurezza nell’ambito della stazione ferroviaria di Napoli Centrale, il Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania ha intensificato già da tempo i servizi di prevenzione e di controllo del territorio mediante la realizzazione di dispositivi di sicurezza i quali, grazie al restringimento degli accessi, convogliano tutti coloro che entrano nello scalo ferroviario verso i varchi presidiati dalle pattuglie della Polfer.

In questo modo i sospetti possono essere più agevolmente individuati e controllati presso i desk brandizzati con il logo della ferroviaria, vere e proprie postazioni mobili che facilitano gli operatori nei controlli in banca dati operati con i palmari e nella verifica dei bagagli, realizzata anche attraverso i metal detector. Con l’operazione “Rail fase day”, disposta dal Servizio Polizia Ferroviaria su scala nazionale, giunta ieri alla sua undicesima giornata nel 2018, il dispositivo è stato esteso alle principali stazioni campane ed i controlli sono stati indirizzati anche al contrasto di quei comportamenti impropri ed anomali che sovente sono all’origine degli incidenti in ambito ferroviario. I dispositivi di servizio approntati hanno permesso, nell’ultimo fine settimana, di identificare 2530 persone; controllare 796 bagagli a seguito di viaggiatori; arrestare 2 persone; denunciarne altre 9 persone, effettuare 13 sequestri amministrativi; elevare 22 sanzioni amministrative, scortare 66 treni. 

Sul piano della repressione dei reati sono stati nove i denunciati, tra i quali, in particolare: B.S. tunisino di 42 anni, in concorso con i due egiziani, I.A.H., 19 anni, e H. M., 20 anni, sottoposti ad indagini per il reato di rapina aggravata dall’uso di sostanze soporifere. A Napoli sono stati controllati e denunciati: S.M. trentaquattrenne indiano irregolare sul territorio nazionale; A.R., di 29 anni, deferito all’autorità giudiziaria per interruzione di pubblico servizio, per aver azionato il freno d’emergenza a bordo di un regionale senza che ne ricorressero i presupposti; A.A. pregiudicato napoletano di 65 anni inottemperante al foglio di via obbligatorio del Questore. Per quest’ultimo motivo, in provincia di Caserta sono stati deferiti in stato di libertà un uomo ed una donna. Nel corso dei citati controlli straordinari nelle stazioni di Napoli Centrale e di Salerno particolarmente intensa è stata inoltre l’attività di contrasto ai venditori abusivi con tredici persone contravvenzionate e 48 accendini e 248 paia di calzini, già pronti per questa tipologia di vendita molesta, sottoposti a sequestro amministrativo.

Potrebbe interessarti

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

Torna su
CasertaNews è in caricamento