Mazzette alla motorizzazione: stangata per ex dirigente

La Corte dei Conti lo ha condannato per il danno patrimoniale e quello d'immagine dopo lo scandalo

L'ex dirigente è stato condannato per corruzione

Arriva la condanna anche da parte della Corte dei Conti per Luciano M., 70enne di Lusciano, coinvolto nello scandalo corruzione alla motorizzazione civile di Mantova.

I giudici tributari hanno quantificato il danno d'immagine in 3300 euro e quello patrimoniale, per un verbale di aggiudicazione di una gara con un atto ideologicamente falso, in 4471 euro, condando l'ex dipendente pubblico al pagamento di 7771 euro in favore del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti di cui alla decisione da parte della Corte dei Conti risalgono al 2009 quando i carabinieri scoprirono la gestione a dir poco disinvolta degli uffici della Motorizzazione tra appalti e mazzette. Fatti per cui il 70enne di Lusciano è stato condannato a 5 anni e mezzo, di cui 3 coperti da indulto, con sentenza passata in giudicato. Adesso per lui arriva anche la sentenza contabile.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pentito casertano si uccide in carcere

  • La ‘Dea bendata’ bacia il casertano: vinti 50mila euro al 10eLotto

  • Casalesi in Veneto, i figli pentiti dei boss testimoni con Zaia e Lamorgese

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

Torna su
CasertaNews è in caricamento