Coronavirus, tampone negativo per il sindaco. "Ho avuto paura"

Esiti negativi anche per l'assessore Alfonso Fattore e il presidente del consiglio comunale Gennaro Caserta

Il sindaco di Teverola, Tommaso Barbato

Hanno dato esito negativo i tamponi effettuati al sindaco di Teverola Tommaso Barbato, all'assessore all'Ambiente Alfonso Fattore e al presidente del consiglio comunale Gennaro Caserta. A renderlo noto è stato lo stesso sindaco che spiegato: "Lo scorso 11 marzo ho indetto una riunione in Comune per coordinare al meglio le attività utili per limitare il contagio. Ci tengo a sottolineare che si trattava di una riunione con addetti ai lavori, con tutte le protezioni del caso. Una delle persone presenti, dopo alcuni giorni, è risultata positiva al coronavirus, il caso 1 della nostra città. Il dipartimento di prevenzione dell’Asl ha disposto per me, l’assessore Fattore e il presidente Gennaro Caserta, l’isolamento cautelativo. Poi ci hanno effettuato il tampone".

"Ammetto che, in quel momento, ho avuto paura per me e per la mia famiglia - ha dichiarato Tommaso Barbato - Ma da casa ho continuato a lavorare per la mia città, con l’aiuto della mia meravigliosa squadra. Abbiamo tenuto la giunta in videoconferenza, ci siamo confrontati in ogni momento per adottare i provvedimenti migliori per tutelarvi, per tutelarci. Ho preferito, in sinergia con tutta l’amministrazione, non diffondere la notizia a voi cittadini per non creare ulteriore allarmismo, e infondere ancora più paura. Mi sono ripromesso di farlo solo una volta avuti gli esiti. Mi dispiace se qualcuno ha avuto paura, se si è preoccupato per noi. E mi dispiace ancor di più che qualcuno stia utilizzato questo brutto momento per provare a denigrarci. Poco importa, davvero. Non è il momento di fare polemica, non mi interessa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’unica cosa che mi interessa è uscire da questo brutto momento, proteggervi come meglio posso e chi mi conosce sa quanto ci tengo - ha sottolineato - Ora è tempo di continuare a lavorare per il bene di tutti. Serve collaborazione, quella vera, costruttiva, non quella a chiacchiere e quella da spot social. Ogni giorno sono in contatto con i nostri concittadini contagiati: per fortuna stanno bene, e spero possano presto darci buone notizie. A loro dobbiamo mostrare tutto il nostro calore e la nostra responsabilità. So che molti di voi vogliono conoscere le loro identità, i loro spostamenti. Ma noi siamo istituzioni, non possiamo volare una legge, quella sulla privacy. Non è una scelta la nostra, ma un obbligo. Vi assicuro che le autorità competenti hanno tracciato tutti i loro spostamenti, se non siete stati contattati è inutile allarmarvi. So che è difficile, so che avete paura. Ma vi prego, rispettiamo le scelte di chi non ha voluto rilevare i propri dati. Per loro, per noi, dobbiamo continuare a rispettare le norme e, lo ribadisco per l’ennesima volta, restare a casa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambino casertano di 3 anni trovato morto vicino al fiume

  • Coronavirus, contagiata una 16enne. Scuole chiuse: “Proroga inevitabile”

  • Pasqua in quarantena per il coronavirus. De Luca proroga l'isolamento

  • Coronavirus. Nuovi positivi a Capua, Francolise e Pietramelara

  • Muore 32enne in ospedale, effettuato il tampone

  • Malore improvviso, ragazzo di Aversa muore in Spagna

Torna su
CasertaNews è in caricamento