Blitz interforze nel casertano, 13 denunciati: sequestrati capannone, officina e carrozzeria

I controlli nell’ambito del contrasto ai roghi nella Terra dei fuochi

Undici attività controllate di cui 5  sequestrate; 65 persone identificate di cui 13 denunciate e 8 lavoratori in nero; 90 i veicoli controllati di cui 61 sottoposti a sequestro e 4 a sanzioni amministrative, con circa 30 mila euro di sanzioni elevate.

Sono i numeri dei controlli interforze effettuati nei giorni scorsi nella ‘Terra dei Fuochi’ e disposti dall’Incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi nella regione Campania, Gerlando Iorio.

Interessati i territori di Sant’Arpino, Succivo, Orta di Atella, nonchè Santa Maria Capua Vetere, San Prisco, Calvizzano, Marano, Casoria, Arzano, Casavatore.

In campo 27 equipaggi, per un totale di circa 66 unità appartenenti al Raggruppamento Campania dell’Esercito, alla Compagnia e alle Stazioni Carabinieri di Marcianise, Orta di Atella e Sant’Arpino, ai Carabinieri Forestale di Marcianise, alla Guardia di Finanza di Marcianise, alla Polizia della Città Metropolitana, alla Polizia Provinciale di Caserta e alle Polizie Locali di Santa Maria Capua Vetere, San Prisco, Calvizzano, Marano, Casoria, Arzano e Casavatore, nonché funzionari dell’ARPAC.

In particolare a Sant’Arpino è stato sequestrato un capannone industriale con una copertura di 1.400 mq in eternit in pessimo stato di conservazione. Nell’area sono stati rinvenuti numerosi cumuli di rifiuti speciali e scarti di lavorazione abusivamente depositati senza nessuna misura di prevenzione ambientale.

Nella stessa zona è stata sequestrata un’autocarrozzeria di circa 600 mq dove sono state rinvenute 45 autovetture abbandonate, vernici e scarti delle lavorazioni, pericolosamente stoccati su aree aziendali non idonee; il titolare è stato denunciato per gestione e smaltimento illecito di rifiuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Su un’area agricola di circa 4.500 mq era stata invece allestita un’officina per la lavorazione di materiali ferrosi senza nessun tipo di autorizzazione e dove, a parte le criticità ambientali rilevate, erano impiegati 8 lavoratori in nero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • Tutti in fila al centro Campania: mascherine e termoscanner per entrare nei negozi | FOTO

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Dodici arresti per una truffa fiscale: una parte del 'tesoretto' da 12 milioni nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento