Trema il pavimento della gioielleria, resta altissima l'allerta

Le vibrazioni hanno fatto scattare l'allarme. Controlli nelle fogne

Polizia Municipale e Vigili del Fuoco in corso Garibaldi a Santa Maria Capua Vetere

Resta alta l'allerta nella zona di corso Garibaldi a Santa Maria Capua Vetere dove nel primo pomeriggio di oggi, lunedì, alcune vibrazioni dal sottosuolo sono state rilevate dal sistema d'allarme della gioielleria Veccia ed hanno fatto scattare l'impianto antifurto. 

Sono stati minuti di tensione a cui hanno assistito decine di cittadini in un misto tra incredulità e curiosità. In un primo momento si era ipotizzato, addirittura, che una banda di malviventi fosse ancora nelle fogne mentre tentava di sfondare il pavimento dell'attività commerciale per commettere un furto.

Gli agenti della polizia municipale, i vigili del fuoco ed una volante della polizia del locale commissariato hanno provveduto ad effettuare un'accurata perlustrazione, anche sotterranea, della zona estendendo le ricerche anche alla vicinissima via Gallozzi. I canali fognari, infatti, sono tutti collegati tra di loro e la mappatura della zona interessata è molto ampia.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'esito, però, è stato negativo. I controlli dei vigili del fuoco nel sottosuolo hanno escluso l'ipotesi di ladri in azione. Ma resta alto il livello di attenzione. L'area, già perimetrata, è controllata dalla polizia municipale sammaritana e sarà tenuta sotto controllo costantemente anche nelle prossime ore, soprattutto per la presenza di una filiale del Banco di Napoli ubicata proprio di fronte alla gioielleria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento