Case nella zona industriale, chieste 5 condanne

La requisitoria del pubblico ministero a carico di funzionari e imprenditori

Case realizzate in una zone destinata ad insediamenti industriali: è questa l’accusa che il pubblico ministero ha rivolto a cinque persone tra funzionari del Comune di Casaluce ed un imprenditore che ha realizzato lo stabile. Questa mattina si è tenuta la requisitoria del magistrato che ha chiesto la condanna a 3 anni dei cinque imputati, tra cui ex dirigenti e funzionari del Comune oltre a proprietario del terreno dove è stata realizzata la struttura privata. Tra questi c'è anche l'ingegnere Pietro D'Orazio, già dirigente dei Comuni di Casaluce, Villa Literno, Aversa e Cellole. La sentenza è attesa per marzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

  • Ragazza muore ad appena 26 anni: gli amici sotto choc

Torna su
CasertaNews è in caricamento