Spara al gioiellerie durante la rapina, maxi condanna in Appello

I giudici hanno confermato i 17 anni di carcere per D'Addio

La Corte di Appello di Napoli ha confermato la condanna a 17 anni di carcere per Vincenzo D’Addio, uno dei due rapinatori autori del colpo commesso ai danni della gioielleria ‘MM’ di Pastorano nell’ottobre 2016. D’Addio, originario di Santa Maria a Vico, era assieme al complice Francesco Biccardi (di Capua, condannato in secondo grado a 7 anni e 10 mesi), nel raid che si era concluso col ferimento del titolare del negozio, colpito al petto da un colpo da arma da fuoco ma scampato alla morte.

Come riporta ‘Il Mattino’ Biccardi e D’Addio minacciarono con un’arma il titolare della gioielleria per farsi consegnare i preziosi e nella fuga spararono un colpo che raggiunse l’uomo. Biccardi rimase infatti bloccato nella porta della gioielleria, trattenuto da alcune persone, e D’Addio per liberarlo sparò il colpo che raggiunse il gioiellerie. 

I due erano accusati di detenzione abusiva di arma, rapina aggravata e tentato omicidio.

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Cattivi odori dal bidone della spazzatura? Ecco come pulirlo e igienizzarlo

I più letti della settimana

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

Torna su
CasertaNews è in caricamento