Commesso viene licenziato e "rapina" il negozio

E' entrato nell'attività ed ha preso 200 euro dalla cassa

Ha prelevato soldi dalla cassa

Entra nel negozio dove lavorava dopo essere stato licenziato e lo deruba. E' questa la vicenda finita stamattina dinanzi ai giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che ha come protagonista l'ex addetto alle vendite di un negozio all'interno del Medì di Teverola. 

Dinanzi ai giudici è stato ascoltato il titolare dell'attività che ha raccontato la vicenda. Pochi giorni prima l'uomo era stato licenziato ed aveva avuto una discussione col proprietario dell'attività per questioni riguardanti alcuni compensi vantati. Al termine del confronto i due si erano lasciati promettendosi di rivedersi in tribunale. Il giorno successivo, però, il dipendente fa irruzione nel negozio. Si dirige dritto nello spazio dietro al bancone, apre la cassa e porta via tutto: circa 200 euro contenuti nel registratore. Per questo motivo è finito sotto processo. 

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Quanto tempo bisogna aspettare per fare il bagno dopo aver mangiato?

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Un impero da 300 milioni di euro sequestrato all'imprenditore in odore di camorra

  • Pentito non attendibile, dissequestrato l'impero milionario dell'imprenditore calzaturiero

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Rolex e Pandora falsi, arrestato orafo del Tarì

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

Torna su
CasertaNews è in caricamento