Commesso viene licenziato e "rapina" il negozio

E' entrato nell'attività ed ha preso 200 euro dalla cassa

Ha prelevato soldi dalla cassa

Entra nel negozio dove lavorava dopo essere stato licenziato e lo deruba. E' questa la vicenda finita stamattina dinanzi ai giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che ha come protagonista l'ex addetto alle vendite di un negozio all'interno del Medì di Teverola. 

Dinanzi ai giudici è stato ascoltato il titolare dell'attività che ha raccontato la vicenda. Pochi giorni prima l'uomo era stato licenziato ed aveva avuto una discussione col proprietario dell'attività per questioni riguardanti alcuni compensi vantati. Al termine del confronto i due si erano lasciati promettendosi di rivedersi in tribunale. Il giorno successivo, però, il dipendente fa irruzione nel negozio. Si dirige dritto nello spazio dietro al bancone, apre la cassa e porta via tutto: circa 200 euro contenuti nel registratore. Per questo motivo è finito sotto processo. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento