Il cognato di Bidognetti jr si difende davanti al giudice

Verso nega le accuse di estorsione ed intestazione fittizia di beni. Il suo avvocato annuncia ricorso al Riesame

Verso è il cognato di Raffaele Bidognetti

Si è difeso davanti al magistrato Enrico Verso, alias 'o mannese, cognato del collaboratore di giustizia Raffaele Bidognetti, detto 'o puffo, figlio, a sua volta, del capoclan Cicciotto e Mezzanotte, arrestato per estorsione ed intestazione fittizia di alcune società di vigilanza riconducibili a lui, reati aggravati dalla finalità mafiosa. 

Verso, di Parete, pur rifiutandosi di rispondere alle domande del gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha reso dichiarazioni spontanee ripercorrendo le contestazioni e negando sia le due ipotesi estorsive contestate, per le quali ha fornito una spiegazione differente rispetto alla ricostruzione della Dda, sia la riconducibilitá alla sua persona delle società in sequestro, di cui, ha specificato, è stato fino a poco tempo fa dipendente (almeno per una di esse). 

All'esito dell'interrogatorio di garanzia il suo legale, l'avvocato Fabio Della Corte, ha annunciato ricorso al Riesame. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento