La cocaina della camorra spacciata dentro al Night Club

Il pentito Giuseppe Grillo svela il retroscena sulla vendita di stupefacenti nel locale

La cocaina del gruppo Letizia spacciata in un noto Night Club della zona di viale Carlo III. E' questa la circostanza svelata agli organi inquirenti da Giuseppe Grillo, nipote dell'imprenditore Angelo Grillo, che ha iniziato a collaborare con la giustizia raccontando il business degli stupefacenti dei clan marcianisani.

Grillo parla di una persona, G.B., che "è sposato o comunque convive con una ragazza che lavora nel night che si trova sul vialone", dice il pentito coinvolto nell'inchiesta Unrra Casas. "Lui vendeva la cocaina all'interno ed all'esterno del night, cocaina che acquistava da Giovanni Pontillo".

Circostanze che sono note a Grillo per il fatto che "personalmente ho consegnato la droga acquistata da Pontillo direttamente al night", locale che "per un periodo ho frequentato anche io". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento