Sparato dai bracconieri, torna libero il cigno reale | FOTO

Il magnifico esemplare era stato preso a fucilate a Castel Volturno

Il cigno liberato dopo la 'convalescenza'

Ha avuto un ‘happy ending’ la storia del cigno reale salvato al Cras di Napoli, dove era giunto orribilmente insanguinato, colpito con ogni probabilità da una fucilata. Lunedì mattina i volontari dell’Enpa Caserta e il personale medico del Centro recupero animali selvatici hanno infatti liberato il magnifico esemplare che nelle ultime due settimane è stato sottoposto alle cure della struttura napoletana.

La sua ‘seconda vita’ avrà luogo nelle acque della tenuta Torcino, ai confini del parco del Matese. Il cigno era stato recuperato il 10 febbraio scorso a Castel Volturno, ricoperto di sangue. Una vicenda che aveva provocato l’immediata reazione dell’Enpa, che ha condannato il “gesto tipico dei bracconieri”.

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Menopausa: ecco i consigli per viverla con serenità

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema la terra nel casertano

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

  • Scuola in lutto: morta una professoressa

  • Muore sul campo da calcetto stroncato da un malore

Torna su
CasertaNews è in caricamento