Cavallo 'drogato' per vincere la gara, nei guai i proprietari

La scoperta del doping dopo una corsa all'ippodromo di Aversa

Un cavallo da corsa posto sotto sequestro e i suoi proprietari denunciati. È quanto scaturito all’esito delle indagini effettuate dai carabinieri forestali del nucleo investigativo di Polizia Ambientale, agroalimentare e forestale, che hanno dato esecuzione a Varcaturo al decreto di sequestro preventivo del cavallo “Special One LF”.

Un 51enne ed un 64enne sono stati invece denunciati perché i responsabili di maltrattamento di animali e frode in competizioni sportive avendo impiegato il cavallo in una competizione all’ippodromo di Aversa dopo avergli somministrato sostanze dopanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle indagini è emerso che in occasione della partecipazione alla gara di trotto “Premio Vesuvio” tenutasi il 27 ottobre 2018 presso l’ippodromo di Aversa sarebbero state somministrate all’animale sostanze dopanti vietate e nocive del tipo anabolizzante la cui presenza è stata rilevata in un campione di urine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento