Cavallo 'drogato' per vincere la gara, nei guai i proprietari

La scoperta del doping dopo una corsa all'ippodromo di Aversa

Un cavallo da corsa posto sotto sequestro e i suoi proprietari denunciati. È quanto scaturito all’esito delle indagini effettuate dai carabinieri forestali del nucleo investigativo di Polizia Ambientale, agroalimentare e forestale, che hanno dato esecuzione a Varcaturo al decreto di sequestro preventivo del cavallo “Special One LF”.

Un 51enne ed un 64enne sono stati invece denunciati perché i responsabili di maltrattamento di animali e frode in competizioni sportive avendo impiegato il cavallo in una competizione all’ippodromo di Aversa dopo avergli somministrato sostanze dopanti.

Dalle indagini è emerso che in occasione della partecipazione alla gara di trotto “Premio Vesuvio” tenutasi il 27 ottobre 2018 presso l’ippodromo di Aversa sarebbero state somministrate all’animale sostanze dopanti vietate e nocive del tipo anabolizzante la cui presenza è stata rilevata in un campione di urine.

Potrebbe interessarti

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

Torna su
CasertaNews è in caricamento