Cavallo 'drogato' per vincere la gara, nei guai i proprietari

La scoperta del doping dopo una corsa all'ippodromo di Aversa

Un cavallo da corsa posto sotto sequestro e i suoi proprietari denunciati. È quanto scaturito all’esito delle indagini effettuate dai carabinieri forestali del nucleo investigativo di Polizia Ambientale, agroalimentare e forestale, che hanno dato esecuzione a Varcaturo al decreto di sequestro preventivo del cavallo “Special One LF”.

Un 51enne ed un 64enne sono stati invece denunciati perché i responsabili di maltrattamento di animali e frode in competizioni sportive avendo impiegato il cavallo in una competizione all’ippodromo di Aversa dopo avergli somministrato sostanze dopanti.

Dalle indagini è emerso che in occasione della partecipazione alla gara di trotto “Premio Vesuvio” tenutasi il 27 ottobre 2018 presso l’ippodromo di Aversa sarebbero state somministrate all’animale sostanze dopanti vietate e nocive del tipo anabolizzante la cui presenza è stata rilevata in un campione di urine.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento