Latitante casertano catturato nella Repubblica Dominicana

Buonanno era ricercato dal 2014: deve scontare 8 anni di carcere per violenza sessuale

La Polizia di Stato ha catturato nella Repubblica Dominicana tre latitanti, tra cui un 42enne casertano, che si erano sottratti a una condanna per reati sessuali e che rientrano oggi in Italia grazie ad un'operazione condotta dai poliziotti del servizio centrale operativo, della squadra mobile di Brescia e del servizio per la cooperazione internazionale di Polizia, con la collaborazione della polizia locale.

Il viaggio nella Repubblica Dominicana, come riporta l'agenzia AdnKronos, ha consentito ai poliziotti italiani di catturare anche altri due latitanti destinatari di condanne per reati contro il patrimonio. L’attività investigativa si inserisce nell’ambito del progetto 'Wanted 3', promosso dalla Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato per rintracciare i soggetti che, per sfuggire all'esecuzione di provvedimenti restrittivi, si danno alla latitanza sia in Italia che all’estero. Questo risultato è stato, inoltre, reso possibile dalla collaborazione tra la Polizia di Stato italiana e quella della Repubblica Dominicana, realizzata attraverso il servizio per la cooperazione internazionale di Polizia. I cinque arrestati sono partiti dall'aeroporto 'Las Americas' di Santo Domingo e rientreranno oggi in Itali a.

CHI SONO - Cinque i latitanti, condannati in via definitiva, catturati. Si tratta di Salvatore Buonanno, 42 anni, di Caserta, era ricercato dal 2014 per una condanna ad una pena di 8 anni e 6 mesi di reclusione per reati di lesioni personali, violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo in concorso, commessi nella sua provincia. L'uomo, che gestiva una pizzeria nella città di Santiago, è stato catturato per strada a Costanza, a circa 30 Km dalla città di Santo Domingo, senza opporre alcuna resistenza, forse convinto che la Polizia italiana non l’avrebbe cercato fin là.

Gli altri quattro latitanti catturati sono: Lucio Galli, 72 anni di Brescia, ricercato dal 2014 dovendo espiare la pena di 8 anni e 10 mesi di reclusione per reati sessuali commessi con minori, alcuni dei quali alla prostituzione; Massimo Ferrari, 53 anni di Milano, ricercato dal 2017 per una condanna a 6 anni e 6 mesi di reclusione per violenza sessuale; Mauro Nadalin, 56 anni, di Pordenone, imprenditore ricercato dal 2016 per una condanna a 10 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta, truffa ed appropriazione indebita; Abele Chiarolini, 78 anni di Brescia, condannato a 10 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta, imprenditore nel settore alberghiero.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento