Sequestrate 650 bottiglie di 'oro rosso' dai carabinieri

Sotto chiave anche 100 vasetti di 'pomodorini del piennolo': diffidato il produttore

Oltre una tonnellata di passata di pomodoro sequestrata in provicia di Caserta. E' il resoconto dell'azione dei carabinieri per la Tutela Agroalimentare che sono stati eseguiti al fine di monitorare la salubrità delle filiere agroalimentari del territorio.

La prima parte dell’attività ispettiva ha interessato aziende dedite alla produzione vitivinicola e conserviera dell'"oro rosso" ed ha consentito, al Reparto dei carabinieri Tutela Agroalimentare (RAC) di Salerno, di sequestrare in provincia di Caserta, 650 bottiglie di passata di pomodoro, per oltre una tonnellata di prodotto, per mancata rintracciabilità; 100 vasetti di “Pomodorini del Piennolo del Vesuvio DOP”, per un ammontare di 400 kg, poiché munite di etichette non autorizzate dal relativo consorzio di tutela con contestuale diffida al titolare dell’industria conserviera di rietichettare il prodotto.

L'operazione ha riguardato anche la provincia di benevento dove sono state sequestrate 250 bottiglie di vino rosso e bianco DOC (Piedirosso, Aglianico del Sannio e Greco), per 1.700 litri complessivi, in quanto etichettate con indicazioni non consentite dalla vigente normativa sul vino (legge 238/2016). Comminate anche 3 sanzioni amministrative per 3.500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Auto si schianta contro i Ponti della Valle, morto 48enne | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Esplode bombola di gas in una palazzina | FOTO E VIDEO

Torna su
CasertaNews è in caricamento