Carabiniere ucciso, ecco chi sono i 3 arrestati. Il fuggitivo avvistato fuori ad un bar | FOTO

Il più giovane ha appena 20 anni: erano stati bloccati all'interno del Parco "La Selva". In serata l'inseguimento sui binari che è costato la vita al vice brigadiere Reali

Emanuele Reali morto mentre inseguiva un ladro

Sono tre napoletani di 44, 32 e 20 anni gli arrestati per il furto al “Parco La Selva” a Caserta, mentre un quarto membro della banda è ancora in fuga. Ed è proprio su quest’ultimo che adesso che sono puntati i ‘fari’ dei carabinieri di Caserta dopo la morte del vice brigadiere Emanuele Reali, 34 anni di Bellona, investito dal treno in corsa mentre stava cercando di bloccare il fuggitivo.

INVESTITO DAL TRENO MENTRE RINCORRE IL LADRO

Tutto ha avuto inizio martedì mattina quando all’interno del Parco “La Selva” in via Pier Paolo Pasolini, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno proceduto al fermo di Pasquale Reale, 32 anni, e Cristian Pengue, 20 anni, entrambi residenti a Napoli. I due sono stati bloccati subito dopo aver perpetrato, insieme ad altri due complici riusciti a fuggire, un furto in un appartamento del palazzo sito in via Alfieri. 

Gli arrestati sono stati bloccati a bordo dell’autovettura in uso e al cui interno sono stati rinvenute e sottoposte a sequestro, due radio trasmittenti complete di auricolari, una valigia contenente vari arnesi atti allo scasso,  un marsupio contenente una pistola giocattolo, due telefoni cellulari e una parte della refurtiva consistente in una aspirapolvere, modello Folletto, ed un elettrodomestico modello Bimby.

IL SERVIZIO VIDEO: L'INSEGUIMENTO ED IL TRAGICO INCIDENTE

I due complici riusciti a dileguarsi, hanno abbandonato, dopo un prolungato inseguimento, l’autovettura in loro uso, all’interno della quale è stata  recuperata insieme ad alcuni arnesi atti allo scasso, la restante refurtiva asportata dall’appartamento. Le ricerche,  di questi ultimi sono proseguite sino fino alle ore 19.00 circa, quando una pattuglia del reparto ha notato i ricercati sostare  all’esterno di un bar ubicato a Caserta in via Ferrarecce. 

In quel frangente i carabinieri sono riusciti subito a bloccare ed arrestare Salvatore Salvati, 44 anni, residente a Napoli,  mentre il secondo fuggitivo è riuscito a dileguarsi scavalcando il muro di delimitazione dei binari ferroviari. 

Nella circostanza, il vice brigadiere Emanuele Reali, postosi all’inseguimento del malvivente, mentre tentava di attraversare i binari e bloccare il malvivente è stato investito dal treno regionale in transito, proveniente da Piedimonte Matese e diretto a Napoli Centrale, decedendo sul colpo. Le indagini sono in corso per identificare e catturare il fuggitivo sotto il coordinamento della Procura di Santa Maria Capua Vetere.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    CAMORRA 65mila euro al mese dalle scommesse. "Zagaria pagava stipendi ai boss detenuti"

  • Attualità

    Pasquetta alla Reggia di Caserta, lunga fila all’ingresso | FOTO

  • Incidenti stradali

    Violento schianto sulla Domiziana, corsa in ospedale per l'ambulanza

  • Meteo

    Pasquetta col maltempo, prorogata l'allerta meteo

I più letti della settimana

  • Sparatoria dopo il colpo, fuga sull'Appia

  • Carabiniere ferito, un quartiere col fiato sospeso per Pasquale

  • Vola dal balcone, muore sul colpo

  • Violenta carambola all'incrocio, ci sono feriti | LE FOTO

  • Bloccato e arrestato dalla polizia sulla superstrada

  • Muore in bicicletta davanti ai passanti | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento