Il carabiniere Casertano ricorda il maresciallo ucciso: "Esempio umano e professionale"

Il militare uscito dalla terapia intensiva, il medico: "E' stato fortunato"

Il carabiniere Pasquale Casertano abita in via Patturelli

"Il mio primissimo pensiero va solo al collega, il maresciallo Vincenzo. L’ultima immagine che conservo è il suo sorriso". Così Pasquale Casertano, il carabiniere 26enne di Caserta ed in servizio nel foggiano da 2 anni, uscito ieri dalla terapia intensiva dell'ospedale di San Giovanni Rotondo dopo un'intervento chirurgico per rimuovere la pallottola che lo aveva ferito nella sparatoria in cui è rimasto ucciso il maresciallo Vincenzo Di Gennaro.

"Con lui si scherzava sempre - ha proseguito Casertano in una dichiarazione all'Ansa - era un fratello maggiore. È stato per me un punto di riferimento umano e professionale. Mi ha insegnato a sorridere sempre, anche nelle situazioni più complicate". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto le sue condizioni sembrano migliorare. "È stato un intervento complicato, è uscito ieri dalla terapia intensiva - ha detto il primario del Reparto di Chirurgia Addominale dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, Francesca Bazzocchi -  Le condizioni al momento sono stazionarie, però sicuramente sta meglio. E' stato veramente molto fortunato – ha precisato il medico – perché il proiettile si trovava in un crocicchio di vasi, cioè tra il pancreas l’aorta e la vena cava. Ripeto, è stato veramente tanto fortunato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Terremoto Lega, arriva Salvini e 2 sindaci mollano il partito

  • Salvini torna a Mondragone e stavolta trova sorrisi, mozzarelle e dolci: "Cacciare bulgari fuorilegge" | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento