Capotreno aggredito e 'salvato' da tre agenti a bordo del treno

L’aggressione subita da un ragazzo senza biglietto tra Maddaloni e Cancello

Ennesima episodio di violenza sui treni della provincia di Caserta. Stamattina, poco prima delle 7 tra le stazioni di Maddaloni e Cancello della linea Napoli-Piedimonte dell’Eav, un capotreno è stato aggredito da un ragazzo extracomunitario.

A darne notizia è stato lo stesso presidente dell’Eav Umberto De Gregorio. “Il nostro capotreno nel corso degli abituali controlli a bordo treno aveva chiesto il biglietto al ragazzo che non essendone in possesso dava in escandescenza sino a sferrare un pugno in pieno viso”.

Per fortuna a bordo del treno si trovavano tre appartenenti alle forze dell’ordine (un carabiniere, un poliziotto ed un finanziere) che viaggiavano alla volta di Napoli per intraprendere servizio e che, assistendo alla scena, sono intervenuti ponendo in stato di fermo l’aggressore.

Nel frattempo veniva informata la Polfer che ha atteso il treno a Cancello per prelevare l’aggressore ed arrestarlo, nonché raccogliere la denuncia dei fatti dal capotreno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento