Non supera il test di Medicina, il giudice ordina all’Università di farle ripetere la prova

Accolta la richiesta dell’avvocato: la studentessa potrà riprovare l’esame. Ecco le motivazioni

Esclusa dalla graduatoria della Facoltà di Medicina dell’Università Vanvitelli, fa ricorso ed ottiene di poterla ripetere. E’ quanto ha stabilito il Tar Lazio accogliendo l’istanza presentata dall’avvocato Pasquale Marotta per conto della candidata casertana, affetta da Dsa, che aveva chiesto, ma non ottenuto, di potersi avvalere degli ausili prescritti dalla legge (nel caso specifico 30 minuti in più di tempo ed una calcolatrice non scientifica) durante la prova di ammissione al corso di laurea in lingua inglese. La richiesta era stata invitata all’Università tramite due raccomandate, che sono state presentate alla Terza Sezione del Tar Lazio, che successivamente ha emesso una ordinanza con la quale, accogliendo l’istanza cautelare, ha disposto la ripetizione della prova della ricorrente secondo i termini stabiliti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento