Schiavone accusa il cognato di Cicciariello: "Capozona in due comuni"

Il figlio di Sandokan parla di Elio Diana: "Aveva un ruolo fondamentale: rapporti con i sindaci ed estorsioni"

Elio Diana e Nicola Schiavone

"Elio Diana era il referente del gruppo Schiavone nei comuni di Grazzanise e Santa Maria la Fossa". Questa la rivelazione di Nicola Schiavone, il figlio di Sandokan divenuto collaboratore di giustizia, ascoltato nel corso del processo a carico di Giuseppe Corvino, Francesco Barbato e Gennaro Pezone, accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso.

Nel corso della sua escussione Schiavone ha raccontato di Diana che era "il cognato di mio zio Cicciariello. Anche se non percepiva uno stipendio aveva un ruolo fondamentale e la responsabilità su Grazzanise e Santa Maria la Fossa dove si occupava dei rapporti con gli imprenditori ed i sindaci. Si occupava anche di atti estorsivi". 

Il capoclan pentito ha poi parlato anche della figura di Salvatore Laiso. "Era un mio affiliato - ha detto ai giudici - Dal 2005 al 2007-2008 quando venne allontanato dal clan perché faceva uso di cocaina e non era affidabile. Poi disse che si era disintossicato ma non era vero perché venne arrestato in possesso di una dose di droga e così venne allontanato definitivamente. Era stipendiato da me ma aveva compiti di manovalanza".


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Raid vandalico al comitato elettorale del candidato della Lega

  • Attualità

    Invasione di turisti alla Reggia, lunghe code per il 25 aprile | FOTO

  • Cronaca

    L'ex sindaco torna libero prima delle elezioni

  • Cronaca

    Rifiuti in strada: incivili incastrati dalle telecamere "trappola"

I più letti della settimana

  • Poker online e scommesse illegali: 80mila euro nella cassa del clan

  • Sparatoria dopo il colpo, fuga sull'Appia

  • La tragedia di Pasquetta: è morto il medico Zinzaro

  • Imprenditore dei Casalesi al servizio dei Piccolo, Buttone: "Volevo ucciderlo"

  • Truffatrice incastrata nell'ufficio postale finisce alla sbarra

  • Ha ospitato il boss latitante per un debito nella "bisca dei vip"

Torna su
CasertaNews è in caricamento