Camorra, la Dda cala l'asso e chiama Schiavone

Mossa a sorpresa nel processo a carico di tre persone: il figlio di Sandokan sul banco dei testimoni

Nicola Schiavone

Mossa a sorpresa della Dda nel processo a carico di 3 persone accusate di associazione mafiosa. Nicola Schiavone sarà sentito in aula come testimone anche nel procedimento che vede alla sbarra Francesco Barbato, di Giugliano, Giuseppe Corvino, di Casal di Principe, e Gennaro Pezone, di Trentola Ducenta.

Nel corso dell'udienza, svoltasi stamattina dinanzi al collegio presieduto dal giudice Giovanni Caparco, il pm dell'Antimafia ha depositato i nuovi verbali del figlio di Sandokan che, di fatto, chiuderà l'istruttoria dibattimentale anticipando le discussioni. Con l'udienza di oggi si è esaurita, infatti, anche la lista dei testimoni delle difese ma la Procura, alla fine, ha calato l'asso chiamando il superpentito sul banco dei testimoni.

Schiavone verrà sentito a metà febbraio al tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Finizio Di Tommaso e Fabio Della Corte


 

Potrebbe interessarti

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

Torna su
CasertaNews è in caricamento