Dieci anni di estorsione ad una gioielleria: ordine d'arresto per il boss

E' accusato anche di aver chiesto il pizzo ad un negozio di autoricambi

I Carabinieri dell’aliquota operativa della Compagnia di Sessa Aurunca hanno notificato l’ordine di esecuzione di misura cautelare personale, emesso dall’ufficio GIP del Tribunale di Napoli, nei confronti di Gaetano Di Lorenzo, 59 anni, esponente apicale, con ruolo direttivo fino all’anno 2002, del clan camorristico denominato dei “Muzzoni”, operante in Sessa Aurunca, Cellole, Carinola e comuni viciniori.

Di Lorenzo è attualmente recluso nella casa circondariale “Opera” a Milano.

A Di Lorenzo sono state contestate estorsioni in danno del titolare di una gioielleria di Sessa Aurunca  (fra il 1987 e 1996) e del titolare di un negozio di autoricambi ubicato sempre in Sessa Aurunca (fino all’anno 2002).

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Il casertano brucia di calore: temperature a 50 gradi

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

  • Schianto in autostrada: due km di coda

  • Tragedia in spiaggia, muore annegato davanti ai turisti

Torna su
CasertaNews è in caricamento