Dieci anni di estorsione ad una gioielleria: ordine d'arresto per il boss

E' accusato anche di aver chiesto il pizzo ad un negozio di autoricambi

I Carabinieri dell’aliquota operativa della Compagnia di Sessa Aurunca hanno notificato l’ordine di esecuzione di misura cautelare personale, emesso dall’ufficio GIP del Tribunale di Napoli, nei confronti di Gaetano Di Lorenzo, 59 anni, esponente apicale, con ruolo direttivo fino all’anno 2002, del clan camorristico denominato dei “Muzzoni”, operante in Sessa Aurunca, Cellole, Carinola e comuni viciniori.

Di Lorenzo è attualmente recluso nella casa circondariale “Opera” a Milano.

A Di Lorenzo sono state contestate estorsioni in danno del titolare di una gioielleria di Sessa Aurunca  (fra il 1987 e 1996) e del titolare di un negozio di autoricambi ubicato sempre in Sessa Aurunca (fino all’anno 2002).

Potrebbe interessarti

  • Invasioni di formiche? Ecco alcuni consigli per eliminarle

  • Clownterapia a Caserta: la missione degli 'angeli' dei bambini travestiti da clown

  • Sì alla detox, ma non d'estate. L'esperta: "Vi spiego perché"

  • Piscine interrate: tipologie e costi

I più letti della settimana

  • L'abbraccio col papà, il bacio a Carolina: Alfonso Golia si scioglie per la vittoria I FOTO

  • Ufficiale il nuovo consiglio comunale: tutti gli eletti di Aversa

  • Si dà fuoco in auto, carabiniere eroe la salva tra le fiamme | LE FOTO

  • Sequestrati 70 chili di cozze: maxi multa per 4

  • Tribunale "sgomberato" per l'arrivo del boss dei Mazzacane

  • Schiuma bianca a mare nella prima domenica di caldo

Torna su
CasertaNews è in caricamento