Estorsioni ai commercianti, il cognato del boss davanti al giudice

Fissato l'interrogatorio di garanzia per Verso e Fioravante coinvolti nell'inchiesta sul pizzo del gruppo Bidognetti

Raffaele Bidognetti, cognato di Verso

Si presenterà dinanzi al giudice Enrico Verso, cognato del collaboratore di giustizia Raffaele Bidognetti, figlio a sua volta del boss dei Casalesi Francesco, alias "Cicciotto e Mezzanotte". 

E' stato fissato, infatti, l'interrogatorio di garanzia per Verso, difeso dall'avvocato Fabio Della Corte, e per Salvatore Fioravante, entrambi coinvolti nell'inchiesta che ieri ha portato all'arresto di 4 persone accusate a vario titolo di estorsione ai danni di imprenditori e commercianti. 

Dagli atti delle indagini emerge come fosse proprio Enrico Verso, di Parete, a mantenere il rapporto coi commercianti costretti a pagare le estorsioni al clan Bidognetti, una tassa di 200 euro a settimana, che veniva versata ogni sabato. 

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento