Estorsioni ai commercianti, il cognato del boss davanti al giudice

Fissato l'interrogatorio di garanzia per Verso e Fioravante coinvolti nell'inchiesta sul pizzo del gruppo Bidognetti

Raffaele Bidognetti, cognato di Verso

Si presenterà dinanzi al giudice Enrico Verso, cognato del collaboratore di giustizia Raffaele Bidognetti, figlio a sua volta del boss dei Casalesi Francesco, alias "Cicciotto e Mezzanotte". 

E' stato fissato, infatti, l'interrogatorio di garanzia per Verso, difeso dall'avvocato Fabio Della Corte, e per Salvatore Fioravante, entrambi coinvolti nell'inchiesta che ieri ha portato all'arresto di 4 persone accusate a vario titolo di estorsione ai danni di imprenditori e commercianti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dagli atti delle indagini emerge come fosse proprio Enrico Verso, di Parete, a mantenere il rapporto coi commercianti costretti a pagare le estorsioni al clan Bidognetti, una tassa di 200 euro a settimana, che veniva versata ogni sabato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

Torna su
CasertaNews è in caricamento