39 CONDANNE Camorra e droga: inflitti oltre 350 anni di carcere

La Corte d'Appello di Napoli ha condannato esattori e pusher del clan Fragnoli-Gagliardi-Pagliuca

Pagliuca, Sbordone e De Filippis tra i condannati

Oltre 350 anni di carcere complessivi. Questa la pena inflitta dalla Corte d'Appello di Napoli nei confronti di 39 persone accusate a vario titolo di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, tentato omicidio in concorso, detenzione e porto illegale di armi da fuoco e ricettazione tutti aggravati dal metodo mafioso ed in particolare per il clan Fragnoli-Gagliardi-Pagliuca di Mondragone.

I giudici napoletani hanno rideterminato le pene inflitte in primo grado per 37 degli imputati mentre hanno confermato la sentenza pronunciata in primo grado nei confronti di Pietro Valente, Agostino De Lucia, Laura Longobardi, Donato Pagliuca e Michele Antonio Valente. Assolti Federica Chiariello e Mario Fargnoli per non aver commesso il fatto. Sentenza di non luogo a procedere per Mario Pagliuca in quanto deceduto.

I giudici hanno, infine, disposto la liberazione (se non detenuti per altro) di Federica Chiariello, Mario Fargnoli ed Antonio Cerbone. Revocati gli obblighi per Antonietta Di Meo e Pietro Valente. Nel collegio difensivo sono stati impegnati, tra gli altri, gli avvocati Mirella Baldascino, Gaetano Laiso ed Ignazio Maiorano.

Questa, dunque, la sentenza pronunciata da pochi minuti dai giudici. L'inchiesta, avviata nel 2014, aveva fatto luce sulle attività del sodalizio criminale "Gagliardi, Fragnoli, Pagliuca", operante nel territorio mondragonese ed in particolare sulle estorsioni ai danni di imprenditori locali e di ditte edili impegnate nella realizzazione di lavori pubblici.

L’attività investigativa aveva, altresì, permesso di individuare un’associazione dedita al traffico ed alla vendita di sostanze stupefacenti (cocaina, crack, hashish e marijuana) con a capo i promotori del clan e alle dipendenze i numerosi pusher delle “piazze di spaccio” dislocate lungo il litorale mondragonese.  

ECCO TUTTE LE CONDANNE

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Carolina Aversano 1 anno e 9 mesi
Antonio Buonocore 14 anni
Marianna Cairo 8 anni
Costantino Cardillo 13 anni e 4 mesi
Nino Capaldo 9 anni e 4 mesi
Adriano Cecoro 11 anni e 4 mesi
Cosimo Ceraldi 6 anni e 4 mesi
Antonio Cerbone  2 anni e 10 mesi
Salvatore De Crescenzo 17 anni e 9 mesi
Giuseppe De Filippis 14 anni
Antonio De Lucia 12 anni e 4 mesi
Francesco De Rosa 11 anni e 1 mese
Antonietta Di Meo 1 anno e 9 mesi
Francesco Fiorino 10 anni e 4 mesi
Annunziata Gagliardi 11 anni e 8 mesi
Raffaele Gagliardi 17 anni e 9 mesi
Antonio Gallo 7 anni e 6 mesi
Giuseppe Galluccio 8 anni e 2 mesi
Francesco Guglielmo 10 anni e 4 mesi
Francesco Mercolino 10 anni e 4 mesi
Mario Messina 9 anni e 8 mesi
Antonio Neri 16 anni
Alberto Pacifico 13 anni e 2 mesi
Achille Pagliuca 14 anni e 4 mesi
Alessandro Sbordone 14 anni e 4 mesi
Fernanda Palumbo 1 anno e 9 mesi
Ciro Ranucci 15 anni
Maria Alessandra Paola Razzino 6 anni e 2 mesi
Francesco Junior Romano 9 anni
Salvatore Sabatino 8 anni e 8 mesi
Pasquale Tagliaferri 10 anni e 8 mesi
Antonio Veneziano 8 anni
Carlo Antonio Vento 9 anni e 4 mesi
Luca Volente 7 anni e 2 mesi
Federica Chiariello assolta
Mario Fargnoli assolto
Pietro Valente 2 anni e 8 mesi
Agostino De Lucia 4 anni e 8 mesi
Laura Longobardi 4 anni
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento