Medico del clan "imposto" in clinica: il boss salvato dalla prescrizione

Annullata la condanna per Enrico Martinelli. Nuovo appello per la confisca a Verolla

Enrico Martinelli

Salvato dalla prescrizione il boss dei Casalesi Enrico Martinelli. Rinvio ad un nuovo appello, in merito alla confisca, per Nicola Verolla, 72 anni di Lusciano. 

E' questa la decisione della Corte di Cassazione che ha accolto parzialmente i ricorsi presentati dai due. Per Martinelli gli Ermellini hanno confermato l'impianto accusatorio, con la tentata violenza privata ai danni di due imprenditori nel settore sanitario di Mondragone per la gestione di una clinica privata da controllare attraverso l'intromissione di un medico imposto dal clan. Fatti per cui Martinelli è stato condannato a 3 anni in Appello. Ma per la Suprema Corte il reato è estinto per prescrizione, come sollevato dall'avvocato Alfonso Baldascino, essendo i fatti di cui al processo accertati al luglio 2004. 

Differente la posizione di Verolla che ha chiesto la revoca della confisca di alcuni immobili, intestati alla moglie ed alla figlia, finiti sotto chiave e per i quali i giudici hanno disposto un nuovo Appello per accertare in maniera "rigorosa" date di acquisto e realizzazione dei beni e l'effettiva disponibilità dei beni in capo a Verolla con la sola interposizione fittizia dei familiari. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • 11 ARRESTI Spaccio di coca col 'permesso' dei Casalesi, sgominate le bande

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

Torna su
CasertaNews è in caricamento