CAMORRA L'ex sindaco vuole uscire dal carcere: fissata l'udienza al Riesame

Antropoli è detenuto da 15 giorni per concorso esterno

L'ex sindaco di Capua Carmine Antropoli

E’ fissata per mercoledì l’udienza al tribunale del Riesame per l’ex sindaco di Capua Carmine Antropoli, finito in carcere da due settimane con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. I legali del primario dell’ospedale Cardarelli (attualmente è ancora sospeso dal lavoro) hanno presentato istanza dove sarà chiesto l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere o, quantomeno, che vengano disposti i domiciliari.

Antropoli fu arrestato il 4 febbraio insieme all’imprenditore di Casapesenna Francesco Zagaria, soprannominato Ciccio e brezza. Secondo la Dda il clan dei Casalesi ha condizionato lo svolgimento delle elezioni amministrative per il Consiglio comunale di Capua, tenutesi il 5 giugno 2016; grazie alla forza di intimidazione di Francesco Zagaria, affiliato al clan dei Casalesi (fazione Zagaria), Antropoli all’interno del suo studio medico, con percosse a cui ha dato luogo materialmente lo Zagaria, ha indotto un avversario politico a ritirare la candidatura alla carica di consigliere comunale. Il tutto per favorire altri due candidati al consiglio comunale sostenuti da Antropoli, Marco Ricci e Guido Tagliatatela, entrambi indagati a piede libero.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento