Casa del centro storico trasformata in calzaturificio abusivo | FOTO

Oltre due tonnellate di scarti di pellami stoccati illegalmente, denunciato un 53enne

Oltre due tonnellate di scarti di pellami di un calzaturificio stoccati in una casa nel centro storico di Aversa, scatta il blitz della polizia municipale che sequestra l’immobile. Operazione congiunta della Municipale di Aversa e di un’aliquota dell’Esercito nell’ambito delle attività programmate di concerto con l’Incaricato Nazionale per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti, Gerlando Iorio.

Il blitz ha permesso di sottoporre a sequestro una casa nella quale erano stoccati in modo incontrollato bustoni contenenti rifiuti del ciclo di lavorazione di un calzaturificio (scarti di pellami). E se non bastasse i locali controllati dagli Agenti della Polizia Municipale di Aversa presentavano anche gravi carenze igienico sanitarie e in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. 

Tutta l’attività condotta senza aver presentato la Segnalazione certificata per attività artigiane, senza la classificazione per industrie insalubri e certificato di prevenzione incendi. Un 53enne di Aversa è stato denunciato e dovrà rispondere delle violazioni accertate. E’ il quarto blitz negli ultimi mesi della Municipale all’interno di attività commerciali potenziali produttori di rifiuti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

Torna su
CasertaNews è in caricamento