Troppo caldo in tribunale, salta il processo a 70 persone

Gli avvocati hanno aderito alla protesta dei penalisti per l’assenza di condizionatori

Udienza saltata per il troppo caldo. Gli avvocati impegnati nel processo davanti al giudice monocratico Maisto del tribunale di Santa Maria Capua Vetere hanno deciso, infatti, di aderire alla protezione della Camera Penale contro le condizioni in cui vengono svolti i processi. L’udienza era relativa al processo per assenteismo al Comune di Orta di Atella che vede imputate oltre 70 persone. Le indagini dei carabinieri portarono ad un blitz con la notifica di 24 misure cautelari dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. I provvedimenti cautelari riguardarono solo gli addetti accusati di un numero elevato di violazioni. Gli imputati sono stati incastrati dai video delle telecamere che erano state piazzate all’interno degli uffici. Ma essendo l’aula del processo senza aria condizionata, gli avvocati hanno chiesto ed ottenuto il rinvio a novembre.Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Pasquale Delisati, Giovanni Pizzi, Arcangelo D’Alessio, Mario Griffo, Gennaro Caracciolo, Italo Madonna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Mamma e figlio di nuovo positivi al coronavirus dopo essere guariti

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento