Cade in una buca e perde il bambino, svolta nell’inchiesta

La Procura aveva indagato il dirigente del Comune

Il luogo dove è caduta la donna

Era caduta in una buca presente in via Ricciardelli a Caserta e, dopo il ricovero in ospedale, aveva scoperto di aver perso il bambino che portava in grembo. Per questo motivo era stato iscritto nel registro degli indagati il dirigente del Comune Franco Biondi, ma adesso la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha chiuso le indagini ed archiviato la sua posizione. I fatti sono avvenuti il primo dicembre 2017. Le indagini partirono dopo la denuncia dei familiari della ragazza: furono effettuati esami sul feto che, però, hanno evidenziato come non vi fosse alcuna correlazione temporale tra la caduta e la morte del bambino che portava in grembo. Secondo quanto scritto dal consulente della Procura, infatti, il decesso si sarebbe verificato tra i 10 ed i 12 giorni prima. Per questo motivo il sostituto procuratore della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere Mariangela Condello ha disposto l’archiviazione del procedimento nei confronti del dirigente del Comune, rappresentato dall’avvocato Vincenzo Iorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sfondata la quota dei mille casi in Campania

  • Coronavirus, 20 casi nuovi. In Campania 956 contagiati

  • Bambino casertano di 3 anni trovato morto vicino al fiume

  • Coronavirus, donna contagiata a Santa Maria Capua Vetere

  • Pasqua in quarantena per il coronavirus. De Luca proroga l'isolamento

  • Muore 32enne in ospedale, effettuato il tampone

Torna su
CasertaNews è in caricamento