Prende a bastonate la mamma e si barrica in casa

Arrestato dai poliziotti dopo che la donna è stata portata in ospedale

Nella giornata di venerdì, il personale del Commissariato di Aversa, diretto dal Primo Dirigente Vincenzo Gallozzi, coadiuvato dal Commissario Capo Vincenzo Marino, ha arrestato, in flagranza del reato di stalking e maltrattamenti, Francesco Nugnes, 52 anni, residente ad Aversa.

Nella serata di venerdì la volante del Commissariato interveniva d’urgenza presso l’Ospedale Moscatidi Aversa ove giunta una donna anziana colpita con un bastone alla testa e picchiata dal proprio figlio. Immediatamente gli operatori di polizia, che conoscevano già il soggetto per precedenti specifici, venivano anche a conoscenza di ulteriori episodi di violenza dello stesso nei confronti della madre; in un’occasione addirittura le aveva rotto un braccio, ma la donna per paura di ripercussioni non volle denunciarlo. La conflittualità in casa era ormai ordinaria anche per via della continua richiesta di soldi da parte di Nugnes, consumatore di sostanza stupefacente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’escalation di violenza è degenerata allorquando l’uomo ha saputo che la propria madre aveva intenzione di denunciarlo e così ha preso un bastone e ha iniziato a picchiarla. L’anziana ha avuto la forza di chiamare gli altri due figli e farsi accompagnare in Ospedale. Apprese tali notizie, i Poliziotti dell’Ufficio Volanti si portavano a casa della donna ove era presente il figlio che, barricatosi in casa, non consentiva a nessun di rientrare. Poco dopo giungeva dall’ospedale anche la donna che, munita di chiavi, permetteva l’accesso ai Poliziotti. Nonostante la presenza delle Forze di Polizia, Nugnes continuava nei suoi atteggiamenti minacciosi e violenti a tal punto che, per evitare il peggio erano costretti a separare i due e procedere con la stesura degli atti di rito. L’uomo veniva quindi tratto in arresto e associato al carcere di Poggioreale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Anche in questo caso il pronto intervento della Volante ha consentito di evitare il peggio per la donna, mettendola al sicuro da ulteriori violenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

Torna su
CasertaNews è in caricamento