Sindaco arrestato, il ruolo dell'imprenditore che va contro anche alla nipote

Fabozzi sarebbe stato il trait d'union tra la politica e gli imprenditori

L'ex sindaco di Trentola Ducenta Andrea Sagliocco

“Tengo una opzione con Mazzara. Tengo il lavaggio”. A pronunciare queste parole è Saverio Fabozzi, l'imprenditore indagato nel procedimento che ha portato all’arresto del sindaco di Trentola Ducenta Andrea Sagliocco.

Fabozzi ha un ruolo particolarmente importante nell’indagine, e nell’ordinanza firmata dal gip Antonino Santoro è ‘forte’ il suo interesse per la questione ‘Decò’. Ma quella sua dichiarazione, riportata tra le righe, spiega il perché Salvatore Mazzara (titolare di ‘Mani in pasta’) abbia fatto da intermediario per le luminarie da affidare alla D’Addario.

C’è un rapporto ‘stretto’ tra Mazzara e Fabozzi, ma è soprattutto quest’ultimo che fa praticamente di tutto per agevolare i propri amici e l’azione di contrasto all’opposizione e in particolare al consigliere comunale Michele Apicella.

La vicenda ‘Decò’ è particolarmente interessante perché Saverio Fabozzi ha una parentela strettissima sia con Rosaria Monaco, proprietaria dell’immobile che con la moglie di Michele Apicella. Ma, a quanto pare, gli interessi personali superano quelli familiari.

Saverio Fabozzi infatti è lo zio di Rosaria Monaco ma nonostante questo, dinanzi al sindaco Andrea Sagliocco e all’avvocato Saverio Griffo, non esita a definire la nipote “una bizzoca” che pensa solamente “alla cioccolata”.

Risate che sono state intercettate dall’autorità giudiziaria, e che hanno fatto parte di un contesto ben più ampio che è stato alla base degli arresti e dell’indagine che ha portato alla fine dell’amministrazione Sagliocco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

  • Vento forte, pericolo nel casertano: c’è l’allerta

  • La Regione approva il piano di dimensionamento: ecco come cambiano le scuole nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento