Avvocato non pagato denuncia il dirigente ma il giudice lo assolve

“Non c’è dolo se in cassa non c’è la liquidità per pagare le fatture”

Il comandante Salvatore Schiavone

Avvocato di Caserta denuncia il dirigente del Comune di Santa Maria Capua Vetere per il mancato pagamento di una fattura, ma il giudice assolve il funzionario pubblico. La vicenda ha visto contrapposti l’avvocato Massimo Tommasone ed il dirigente Salvatore Schiavone e verteva attorno al pagamento di una fattura di circa 4mila euro che il legale doveva incassare.

Somma che sarebbe stata prima “annunciata” in un contatto telefonico con una dipendente del Comune di Santa Maria Capua Vetere e poi non liquidata. Da qui è scattata la denuncia con la richiesta di risarcimento del danno da parte dell’avvocato nei confronti del dirigente che per un periodo ha gestito il settore Finanze dell’Ente.

Il giudice di pace Rodosindo Martone ha però sottolineato nella sentenza che “i pubblici dipendenti sono chiamati a rispondere solo a titolo di dolo o colpa grave”. Ed alla luce “della domanda così come proposta, l’istante avrebbe dovuto dimostrare un comportamento colposo o dolo in capo a Schiavone, ma alcuna prova risulta fornita al riguardo”. Di fatto, nelle casse del Comune di Santa Maria Capua Vetere, al momento della richiesta di pagamento, non ci sarebbero stati i soldi necessari per liquidare la fattura e per questo non sarebbe stata pagata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Terribile schianto sulla Nola-Villa Literno: due feriti gravi

  • Reddito di cittadinanza, sospiro di sollievo per 100mila beneficiari

  • Bollo, sconto del 10% anche a Caserta: ecco come averlo

  • Non supera il test di Medicina, il giudice ordina all’Università di farle ripetere la prova

  • Svolta dopo l'esplosione nella palazzina: sequestrato l'intero impianto di serbatoi Gpl

Torna su
CasertaNews è in caricamento