Auto rubate nel casertano 'smontate' e rivendute, blitz in officina: 3 arresti

I carabinieri hanno sorpreso tre uomini mentre 'tagliavano' le auto oggetto di recenti furti

I carabinieri della compagnia di Marano (Napoli) hanno tratto in arresto in flagranza di reato Fortunato Piccirillo, 53 anni, Biagio Panico, 30 anni, e Ciro Russo, 51 anni, tutti già noti alle forze dell’ordine e residenti nel quartiere napoletano di Miano.

Facendo irruzione in un capannone su via Barco dove i report dei servizi di pattugliamento indicavano movimenti sospetti, i militari dell’aliquota Radiomobile hanno sorpreso i tre mentre erano intenti a tagliare con un flessibile sette autovetture provento di altrettanti furti consumati tra la scorsa settimana e il 3 ottobre nel quartiere collinare del Vomero e in alcuni paesi del Vesuviano e del casertano.

Continuano le indagini per identificare coloro che le hanno materialmente rubate e portate al trio. Nel frattempo, dalle prime indagini, è emerso che ogni vettura rubata era stata “pagata” al ladro tra i 500 e i 600 euro e che l’intenzione di Piccirillo, Panico e Russo era quella di rivenderle a pezzi guadagnando il triplo di quanto elargito per ottenerle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Latte dei Casalesi, i nipoti di Zagaria "gente di serie A, non munnezzaglia"

  • Chiede alla fidanzata di sposarlo durante la sfilata dei bottari | VIDEO

  • Il business della monnezza dei Casalesi, la Dia: "Veleni nell'acqua e nelle strade"

Torna su
CasertaNews è in caricamento