In giro con l'auto di lusso della società dopo il licenziamento, denunciato

Il 50enne non ha restituito lo Stelvio all'azienda per la quale lavorava

Fermato al posto di blocco dai carabinieri

Licenziato non ha restituito l'auto di lusso della società per cui lavorava. Per questo motivo è stato denunciato a piede libero per appropriazione indebita M.L, 50enne pregiudicato di Cellole, fermato dai  carabinieri di Baia Domizia. I militari nel corso di controlli del territorio volti alla repressione dei furti disposti dalla compagnia carabinieri di Sessa Aurunca hanno trovato il 50enne a bordo di un'Alfa Stelvio, auto alquanto costosa.

Insospettiti gli uomini dell'Arma hanno constatato che l'autovettura era usata arbitrariamente dall'uomo giacchè di proprietá di una societá del Nord Italia di cui lo stesso M.L. era dipendente. Licenziato non ha mai provveduto alla restituzione del veicolo oggetto, invece, di denuncia sporta ai carabinieri di Bergamo dall'amministratore delegato della societá data la mancata riconsegna dall'ex dipendente. Sequestrata la lussuosa autovettura che ora fará ritorno al suo legittimo proprietario. 

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Quanto tempo bisogna aspettare per fare il bagno dopo aver mangiato?

I più letti della settimana

  • Un impero da 300 milioni di euro sequestrato all'imprenditore in odore di camorra

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Pentito non attendibile, dissequestrato l'impero milionario dell'imprenditore calzaturiero

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Rolex e Pandora falsi, arrestato orafo del Tarì

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

Torna su
CasertaNews è in caricamento